Ultima modifica: 13 Aprile 2019

Etwinning

eTwinning, la community delle scuole in Europa, è stato lanciato nel 2005 come principale azione del Programma eLearning della Commissione europea ed è stato poi integrato in Erasmus+ nel 2014.

eTwinning promuove la collaborazione attraverso l’uso delle TIC, offrendo allo staff della scuola supporto, strumenti e servizi. Incoraggia l’integrazione di progetti all’interno delle ore di lezione curricolare e offre agli alunni l’opportunità di migliorare varie competenze nel corso della normale attività didattica, favorendo in particolare quelle relazionali, di problem solving, l’utilizzo di lingue straniere in contesti reali, competenze tecnologiche, creatività e capacità di lavorare in gruppo per raggiungere obiettivi comuni.

Nell’ottica di un curricolo per competenze, il nostro Istituto ha inserito eTwinning nel Piano di Sviluppo Europeo al fine di implementare lo svolgimento di gemellaggi virtuali con scuole europee attraverso l’uso delle TIC e metodi innovativi di insegnare ed apprendere le lingue in contesti autentici di interazione, usando l’inglese come lingua veicolare per un contenuto curricolare (CLIL).

Diversi dei nostri docenti sono iscritti sul portale e partecipano allo svolgimento delle attività dei progetti eTwinning al momento attivi; il che è funzionale a una didattica innovativa in un’ottica interdisciplinare e trasversale, consentendo ai progetti di diventare parte integrante del PTOF e contribuire a incentivare la partecipazione alle politiche europee di cooperazione e un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione. I progetti possono svilupparsi intorno a una materia specifica, oppure concentrarsi su argomenti del programma d’insegnamento, coinvolgendo più materie in attività curricolari.

ETWINNING SCHOOL 2019/2020

Il 15 marzo 2019 il nostro Istituto ha ricevuto ufficialmente il titolo di eTwinning School 2019-2020, prestigioso riconoscimento attribuito a seguito di candidatura a quelle scuole virtuose in eTwinning che hanno mostrato innovazione in diversi ambiti della didattica, tra cui: pratica digitale, eSafety, approcci creativi alla pedagogia, promozione dello sviluppo professionale continuo del personale e degli studenti.

 

I NOSTRI PROGETTI ETWINNING

a.s. 2018/19

Bits and Pieces of Culture

Il nostro progetto Erasmus+ KA2 “Bits and Pieces of Culture”  viene svolto in stretta connessione con eTwinning, in quanto è implementato soprattutto attraverso la piattaforma TwinSpace.

 

Rocketship 2: Fly Me To The Moon (EPI) 

Classe: 3E (scuola sec. di I grado)
Docenti: Licia Arcidiacono (potenziamento CLIL), Maria Rita Rosaria Petralia (Scienze), Gabriella Arcadipane (Italiano), Mariagrazia Garozzo (Sostegno), Alice Ricciardi (Sostegno).
Scuole partner: Collège Henri Brunet (Caen, Francia), ZŠ s MŠ Karola Rapoša (Brezno, Slovacchia), Collège Jacques Monod (Les Pennes-Mirabeau, Francia)
Durata: novembre 2018 – aprile 2019

Il 15/11/2018 è stato avviato il progetto Rocketship 2: Fly Me To The Moon (EPI), coinvolgendo italiano e scienze all’interno del progetto di potenziamento CLIL.

Lavorando in sinergia con le altre tre scuole straniere, gli alunni di 3E hanno simulato di partecipare a una scuola intergalattica presentando una candidatura individuale per poter essere ammessi, studiando il sistema solare in piccoli gruppi, immaginando itinerari spaziali e documentando il viaggio attraverso la combinazione di elementi scientifici e scrittura creativa. Tutti i materiali prodotti hanno contributo alla realizzazione collaborativa di un e-magazine. Il 12 febbraio, per la nostra scuola, è stata inoltre prevista l’unione tra teoria e pratica sul campo attraverso una visita didattica al Planetario di Zafferana.

Sfogliando il nostro e-magazine, potrete approfondire le varie fasi del progetto e seguire i piccoli astronauti nel loro viaggio interstellare alla scoperta dell’universo.

a.s. 2017/2018

The Earth and Natural Features – Learning from Italy and Northern Ireland

Classi: 3A, 3B, 3C, 3D, 3E (scuola sec. di I grado)

Docenti: Licia Arcidiacono (potenziamento CLIL), Maria Nicotra (Scienze), Giancarlo Garozzo (Geografia), Letizia Bonasera (Scienze), Rosaria Baccini (Geografia), Maria Rita Rosaria Petralia (Scienze)
Scuola partner: High School & Sixth Form College, Ballynahinch (Irlanda del Nord)
Durata: ottobre 2017 – maggio 2018

La nostra scuola ha ottenuto il Certificato di Qualità Nazionale e il Certificato di Qualità Europeo per l’eccellente qualità del lavoro sul progetto eTwinning “The Earth and Natural Features – Learning from Italy and Northern Ireland” . Ciò significa che il lavoro di insegnanti e studenti della scuola (tutte le classi terze, coordinate dalla docente di potenziamento CLIL prof. Arcidiacono e dai docenti di disciplina non linguistica Proff. Baccini, Garozzo, Bonasera, Petralia, Nicotra) sono stati riconosciuti ai massimi livelli europei.

Il progetto è stato svolto in collaborazione con una scuola dell’Irlanda del Nord, St Colman’s High. Nella motivazione, l’Unità Nazionale eTwinning evidenzia che il gemellaggio elettronico è molto ben ideato e “a partire dalla fase di progettazione e organizzazione del lavoro è presente un elevato livello di comunicazione, scambio e collaborazione dei docenti partner. Anche gli studenti sono protagonisti attivi nelle attività di comunicazione, collaborazione e condivisione con l’obiettivo di uno scambio culturale per lo sviluppo di competenze linguistiche, tecnologiche e digitali nel rispetto della sicurezza in rete e della navigazione sicura e nell’ottica dello sviluppo di una didattica innovativa nell’ambito delle discipline di afferenza.”

All’acquisizione di conoscenze sulla struttura della Terra, sulle cause e le conseguenze dei principali disastri naturali e sull’importanza della prevenzione sono stati associati una serie di task collaborativi che hanno contribuito a creare i contenuti di un e-magazine interattivo. La rivista non è solo una vetrina dei materiali realizzati, ma racconta anche le varie fasi del processo di insegnamento-apprendimento dal punto di vista di studenti e docenti.

Il gemellaggio virtuale è stato un ottimo modo per dare un senso concreto all’uso della lingua straniera come lingua veicolare, permettendo ai ragazzi di confrontarsi con una realtà scolastica diversa e collaborare per creare un prodotto condiviso.