Ultima modifica: 23 Luglio 2021

Etwinning

eTwinning, la community delle scuole in Europa, è stato lanciato nel 2005 come principale azione del Programma eLearning della Commissione europea ed è stato poi integrato in Erasmus+ nel 2014.

eTwinning promuove la collaborazione attraverso l’uso delle TIC, offrendo allo staff della scuola supporto, strumenti e servizi. Incoraggia l’integrazione di progetti all’interno delle ore di lezione curricolare e offre agli alunni l’opportunità di migliorare varie competenze nel corso della normale attività didattica, favorendo in particolare quelle relazionali, di problem solving, l’utilizzo di lingue straniere in contesti reali, competenze tecnologiche, creatività e capacità di lavorare in gruppo per raggiungere obiettivi comuni.

Nell’ottica di un curricolo per competenze, il nostro Istituto ha inserito eTwinning nel Piano di Sviluppo Europeo al fine di implementare lo svolgimento di gemellaggi virtuali con scuole europee attraverso l’uso delle TIC e metodi innovativi di insegnare ed apprendere le lingue in contesti autentici di interazione, usando l’inglese come lingua veicolare per un contenuto curricolare (CLIL).

Diversi dei nostri docenti sono iscritti sul portale e partecipano allo svolgimento delle attività dei progetti eTwinning al momento attivi; il che è funzionale a una didattica innovativa in un’ottica interdisciplinare e trasversale, consentendo ai progetti di diventare parte integrante del PTOF e contribuire a incentivare la partecipazione alle politiche europee di cooperazione e un’apertura alla dimensione comunitaria dell’istruzione. I progetti possono svilupparsi intorno a una materia specifica, oppure concentrarsi su argomenti del programma d’insegnamento, coinvolgendo più materie in attività curricolari.

 

Il 15 marzo 2019 il nostro Istituto ha ricevuto ufficialmente il titolo di eTwinning School 2019-2020, prestigioso riconoscimento attribuito a seguito di candidatura a quelle scuole virtuose in eTwinning che hanno mostrato innovazione in diversi ambiti della didattica, tra cui: pratica digitale, eSafety, approcci creativi alla pedagogia, promozione dello sviluppo professionale continuo del personale e degli studenti.
Il 22 marzo 2021 il nostro Istituto ha ricevuto il riconoscimento di Scuola eTwinning 2021-2022, riconfermando il titolo ottenuto nel precedente biennio.

 

I NOSTRI PROGETTI ETWINNING

a.s. 2020/21

Sharing healthy food cultures

Classi: 2A/2F (scuola sec. di I grado)

Docenti: 2A – Margherita Rizzuto (Inglese); 2F – Licia Arcidiacono (Inglese/potenziamento CLIL), Giuliana Saporito (Italiano)

Scuole partner: 2nd Primary School of Paralia (Patra, Grecia), Collège les Coudriers (Villers Bocage, Francia), Oberschule Bad Essen (Germania), Loreto Grammar School (Altrincham, Cheshire, Regno Unito)

Durata: novembre 2020 – giugno 2021

 Il progetto si è integrato con percorsi di educazione alimentare e ha puntato a sensibilizzare gli alunni su due concetti fondamentali: l’importanza di mangiare sano e la ricchezza interculturale che deriva dal conoscere cibi tradizionali di paesi diversi dal proprio. Sviluppando competenze linguistiche, interculturali e digitali, gli alunni hanno discusso le loro abitudini alimentari e hanno acquisito nozioni fondamentali per adottare uno stile alimentare sano ed equilibrato, ampliando al contempo la loro prospettiva sulla cucina internazionale. Insieme ai compagni europei, hanno creato ristoranti internazionali con l’obiettivo di progettare menù che includessero piatti tipici (preferibilmente sani!) dai vari paesi. Tutti le attività e i prodotti del progetto sono stati raccolti in un e-book finale.

The story of a water drop

Classi: gruppo misto di alunni 3A/3B/3C/3D/3E (scuola sec. di I grado)

Docenti: Licia Arcidiacono (Inglese/potenziamento CLIL), Sara Petralia (Scienze)

Scuole partner: Gymnasium Schillerschule (Hannover, Germania), Collège Jacques Monod (Les Pennes Mirabeau, Francia), Näsbyparksskolan Centralvägen 37 (Täby, Svezia), Colegio Internacional Eurovillas (Madrid, Spagna)

Durata: aprile 2020 – giugno 2021

Svolto totalmente online a cavallo di due anni scolastici, il progetto ha avuto come obiettivo quello di far condividere a studenti da vari paesi d’Europa le loro conoscenze sull’acqua e ciò che questa indispensabile risorsa significa per i diversi popoli europei, rendendoli consapevoli della sua onnipresenza nella vita quotidiana. Attraverso un approccio flessibile ed inclusivo, gli alunni hanno acquisito più competenze chiave condividendo esperienze personali e culturali, intervistando famiglie e comunità locali sulle abitudini relative al consumo idrico e analizzando i dati dei partner tramite infografiche; svolgendo attività collaborative, hanno effettuato ricerche su creature marine e hanno preso coscienza della loro impronta idrica. Il prodotto finale è un video in stop-motion che racconta la storia di una goccia all’interno di vari scenari narrativi inventati dai ragazzi, che hanno contribuito collaborativamente scrivendo la sceneggiatura, disegnando gli sfondi, scattando foto e registrando le voci dei personaggi.  

 

No Barriers For eTwinners

Classe: 3A (scuola sec. di I grado)

Docente: Margherita Rizzuto (Inglese)

Scuole partner: Korgeneral Enver Akoğlu Ortaokulu (Bandırma, Turchia), Mehmet Azman Çavuş Ortaokulu (Karesi, Turchia), Şehit Onbaşı Bayram Kaya Ortaokulu (Savaştepe, Turchia), Ömer Seyfettin Ortaokulu (Gölcük, Turchia), Osmanpaşa Ortaokulu (Merkez, Turchia), İTO Hüma Hatun İmam-Hatip Ortaokulu (Başakşehir, Turchia), Osman Hilmi Kalpaklıoğlu Ortaokulu (Melikgazi, Turchia), Yunus Emre İmam-Hatip Ortaokulu (Bahçelievler, Turchia), Základná škola Bernolákova ulica 1061 (Vranov nad Topľou, Slovacchia), Svenstaviks skola (Berg, Svezia), Collège les Coudriers (Villers Bocage, Francia), ICS 8 di Pescara (Italia), ICS “G. D’Annunzio” di Motta Sant’Anastasia (Italia), ICS “Commenda” di Brindisi (Italia), IIS “Vallauri” (Fossano, Italia), Szkoła Podstawowa im. gen Józefa Bema w Rzekuniu (Ostrołęka, Polonia)

Durata: ottobre 2020 – giugno 2021

 

Il progetto mirava a sviluppare numerose abilità, quali linguistiche, digitali e, soprattutto comunicative, mostrando agli alunni che è possibile superare tutte quelle barriere che si costruiscono e impediscono di relazionarsi con gli altri per timidezza o insicurezza. Gli obiettivi da acquisire nel corso del progetto sono stati vari: sviluppare le abilità comunicative, ampliare il vocabolario, e soprattutto superare ogni tipo di pregiudizio che rende difficile comunicare in una seconda lingua, migliorare l’apprendimento cooperativo integrando la tecnologia e gli strumenti del WEB 2.0. Gli alunni hanno utilizzato l’inglese in situazioni diverse con l’ausilio di strumenti digitali, ampliando così, le loro competenze informatiche. Hanno chattato con i loro partner stranieri, registrato video, disegnato loghi, posters, creato giochi, poesie, riddles e collaborato in teams transnazionali. Durante il progetto hanno rinforzato le abilità di lettura, parlato e scrittura grazie alle diverse  attività che avvenivano con cadenza mensile, ripassato e ampliato vocaboli inerenti varie tematiche quali salute, vestiti, sport, cinema creando giochi, inventando storie e leggendo storie create da altri studenti, tutto ciò utile per lo sviluppo della creatività e l’attivazione delle diverse intelligenze; si sono cimentati nell’uso di molte app a loro sconosciute e canali mai usati, ad esempio bookcreator, voki, padlet, chatterpix, canva, postermywall, learningsapp, quizziz, google modules, webtool tutorials. Il progetto ha trasmesso una ventata di novità in un periodo i cui gli alunni apparivano demotivati, privi di entusiasmo; ha stimolato e entusiasmato tutti i partecipanti, e gli incontri online con due scuole turche hanno fatto vivere dei momenti emozionanti e indimenticabili. Durante un incontro online un alunno della classe si è esibito al pianoforte allietando tutti i presenti.

 

Vegetable Garden & Eating Habits

Classi: 2 Sez C/D scuola primaria

Docenti: Giovanna Falà (Sostegno), Paola Lombardo (Matematica e Scienze), Elisa Rasà (Inglese)

Scuole partner: Ecole Debussy (Rouen, Francia), 100 Yil likokulu (Gulnar, Turchia), Scoal Gimnaziala ne16 (Timisoara, Romania),

Mehmet Akif Ersoy likokulu (Carsamba, Turchia), Icilli (Bulancak, Turchia)

Durata: ottobre 2020 – maggio 2021

Il progetto è stato rivolto ad alunni di età compresa tra i 6 agli 8 anni. Durante lo svolgimento del progetto gli alunni sono stati coinvolti nella realizzazione di un orto a scuola si sono occupati di piantare, seminare curare e raccogliere. Le attività hanno avvicinato i bambini alla conoscenza dell’ambiente, alla cura delle piante, alla conoscenza della sana alimentazione e alla salvaguardia delle biodiversità. Attraverso delle attività condivise con i bambini stranieri della loro età gli alunni hanno conosciuto e ad apprezzato le diverse culture europee, i piatti tipici degli altri partecipanti. I bambini sono stati coinvolti in semplici operazioni ed attività pratiche conoscendo in modo divertente l’ambiente e la dieta mediterranea; hanno compreso il ciclo biologico delle piante, la stagionalità dei prodotti. Hanno incrementato la capacità di lavorare in gruppo e migliorato la conoscenza della lingua inglese apprendendo i nomi delle piante, dei frutti. Hanno utilizzato strumenti digitali per condividere la conoscenza con gli altri.

 

a.s. 2019/20

Let’s take a stand

Classe: 1F (scuola sec. di I grado)
Docenti: Licia Arcidiacono (Inglese/potenziamento CLIL), Ornella Santonocito (Geografia)
Scuole partner: 2nd Primary School of Paralia (Patra, Grecia), Escola de primària La Benaula (Caldes de Malavella, Spagna), Szkoła Podstawowa nr 4 w Zambrowie (Zambrow, Polonia)

Durata: ottobre 2019 – giugno 2020

Il progetto è stato incentrato su Partecipazione Democratica, tematica eTwinning 2019. Simulando di vivere all’interno di comunità internazionali i cui nomi immaginari derivano da frutti e ortaggi, gli alunni sono stati chiamati ad organizzare la propria vita da cittadini attivi e responsabili, secondo i principi fondamentali di rispetto, democrazia, partecipazione attiva. Eseguendo una molteplicità di task pensati per creare interdipendenza positiva e porre l’enfasi sul processo d’apprendimento (lavorando in presenza e a distanza), gli alunni hanno costruito insieme l’identità delle singole comunità (stemma, mappa, servizi, regole di comportamento, soluzioni ai problemi…). L’uso di varie app e strumenti digitali (Padlet, Colorillo, Answergarden, Flipgrid, MeetingWords, Tricider, PosterMyWall, LearningApps) hanno favorito il Cooperative Learning/Task-Based Learning e un elevato grado di interazione tra i membri delle comunità. Improvvisamente, però, la pace e l’equilibrio della terra ideale di Fruitland sono stati minati dalla comparsa di 2 mostri che rappresentano i mali del mondo, tra cui il Coronavirus: gli abitanti sono stati costretti a scappare e cercare una via di fuga tramite una Escape Room virtuale, prodotto finale creato collaborativamente con i contenuti e i materiali prodotti durante lo svolgimento stesso del progetto. Per trovare “il codice segreto” e riconquistare la libertà al fine di riorganizzare la propria vita in modo democratico, i piccoli abitanti delle comunità hanno trovato soluzioni a quiz, indovinelli e giochi, ripercorrendo il processo d’apprendimento in modo attivo e coinvolgente. Con la gamification, concetti più astratti e impegnativi sono stati semplificati e veicolati grazie al piacere di apprendere unito allo sviluppo di pensiero creativo e problem solving.

 

 

Making sustainability goals possible

Classi: alunni del triennio partecipanti al progetto di potenziamento CLIL classi aperte (scuola sec. di I grado)

Docenti: Licia Arcidiacono (Inglese/potenziamento CLIL), M. Rita Rosaria Petralia (Scienze), Gabriella Arcadipane (Italiano)
Scuole partner: IES Riu Túria (Quart de Poblet, Valencia, Spagna), Agrupamento de Escolas Nuno Gonçalves (Lisbona, Portogallo), Eskişehir Fatih Fen Lisesi (Eskişehir, Turchia), Fichte-Gymnasium Hagen (Hagen, Germania)

Durata: ottobre 2019 – maggio 2020

Il progetto multidisciplinare, in cui sono stati coinvolti circa 60 alunni appartenenti a classi parallele di tutto il triennio della scuola secondaria di I grado, è stato incentrato sull’Agenda 2030 al fine di approfondire la tematica Sviluppo Sostenibile. L’integrazione del progetto all’interno di un percorso multidisciplinare CLIL a classi aperte ha permesso al team di docenti di trattare i temi dell’Agenda 2030 promuovendo l’acquisizione di competenze chiave e l’innovazione metodologico-didattica tramite Cooperative Learning, Inquiry-Based Learning e uso di TIC, prima in classe e poi con modalità di Didattica a Distanza. Lavorando in gruppi nazionali e transnazionali, gli alunni hanno analizzato le sfide globali del presente, le cause e le future conseguenze dei problemi del Pianeta per cui urge trovare soluzioni, organizzando il lavoro di ricerca per documentarsi, condividere informazioni e realizzare una mappa interattiva dei Goal dell’Agenda 2030, prodotto finale che sintetizza quanto da loro appreso durante le fasi del progetto. Avendo la possibilità di scegliere i tipi di prodotti e i tool con cui realizzarli, tutti hanno assunto un ruolo attivo, cooperando per creare uno o più prodotti multimediali (poster, quiz, presentazioni, e-book…). La mappa non è un semplice contenitore: la varietà dei prodotti che la animano, in modo differenziato ma tra loro complementare, è espressione delle abilità, della creatività e delle attitudini di ciascuno verso l’obiettivo comune.

 

 

ECO CALENDAR

Classi: Quinte, Scuola Primaria

Docenti: Michele Costantino (potenziamento CLIL), Carmela Minnelli (Inglese), Elisa Rasà (Inglese), Maria Battiato (Scienze), Grazia Capizzi (Italiano), Pina Gullotta (Scienze), Antonella Giannone (Scienze), Rosalba Sorbello (potenziamento), Fina Marchese (Religione), Serena Carella (Sostegno).

Scuole partner: Νηπιαγωγειο Κουναβων Αρχάνες, Grecia – Agrupamento de Escolas de Guia, Pombal Portogallo – Szkoła Podstawowa Eduventura w Warszawie, Polonia – Agrupamento de Escolas de Marrazes, Leiria, Portogallo – Remzi Oğuz Arık İlkokulu, Ceyhan, Turchia – CEIP Mirador de Aguas, Aigües de Busot, Spagna – Primary School, Ramsden, Carlton-In-Lindrick, Regno Unito – Bülbülzade Abdullah Edip İlkokulu, Şehitkamil, Turchia – Основна школа “Свети Сава”, Kragujevac, Serbia – Cep Virgen del Rosario, Albatera, Spagna – Agrupamento de Escolas de Marrazes, Leiria, Spagna – ICS “eSpazia” di Monterotondo (Rm), Italia – ООU „Тosho Arsov“, Штип, Macedonia del Nord – Medico Ceip Calatayud, ASPE, Spagna – M.Zeki Yazıcı İlkokulu, BURSA, Turchia – Gradinita cu programma prelungit “Curcubeul Copilariei” Craiova, Romania – ICS “Giovanni Paolo II” di Roma, Italia – Agrupamento de Escolas de Marrazes, Leiria, Portogallo – Programma preliminare con prelungit “Ion Creanga”, Craiova, Romania – Szkoła Podstawowa nr 35 im. Jarosława Dąbrowskiego w Bydgoszczy, Polonia – ICS Sanremo Levante, San Remo (IM), Italia – 6 / Θεσιο Δημοτικο Σχολειο Παπαδιανικων, Παπαδιάνικα, Grecia – CPR Marista A Inmaculada, Lugo, Spagna – Mustafa Adıyaman Ortaokulu, ANTALYA, Turchia – Reşat Şemsettin Sirer İlkokulu, Merkez, Turchia

Durata: Novembre 2019 – Febbraio 2020

Tutti gli alunni delle 5 classi quinte (Scuola Primaria) dell’I.C.”Aristide Gabelli di Misterbianco hanno realizzato un “Calendario ecologico 2020”, in formato digitale (PowerPoint), sui cambiamenti climatici e le sfide ambientali, in cui ogni mese ha una frase che parla di ciò che le persone dovrebbero fare per preservare il nostro ambiente (riduzione dell’inquinamento, rispetto della natura, riciclaggio, ecc.) con un’illustrazione per ciascuna frase (disegni, dipinti, collage, ecc.).

Prima gli studenti hanno effettuato diverse ricerche sui problemi ambientali, poi gli insegnanti hanno mostrato loro diversi video sull’argomento, successivamente, prima a piccoli gruppi e poi tutti insieme, hanno discusso e commentato le ricerche e le immagini viste. Gli alunni, in seguito, hanno scritto diverse frasi, illustrandole con disegni, dipinti, mosaici, collage e poi tradotte in inglese insieme agli insegnanti di lingua 2. Dopo hanno realizzato un logo del progetto.  Attraverso il programma PowerPoint hanno creato la struttura del calendario, mese per mese e alla fine tutto il materiale è stato caricato sul computer, ordinato e assemblato. Infine con Excel insegnanti e alunni hanno espresso il loro indice di gradimento.

 

 

A.s. 2018/19

Bits and Pieces of Culture

Il nostro progetto Erasmus+ KA2 “Bits and Pieces of Culture”  viene svolto in stretta connessione con eTwinning, in quanto è implementato soprattutto attraverso la piattaforma TwinSpace.

 

Rocketship 2: Fly Me To The Moon (EPI) 

Classe: 3E (scuola sec. di I grado)
Docenti: Licia Arcidiacono (potenziamento CLIL), Maria Rita Rosaria Petralia (Scienze), Gabriella Arcadipane (Italiano), Mariagrazia Garozzo (Sostegno), Alice Ricciardi (Sostegno).
Scuole partner: Collège Henri Brunet (Caen, Francia), ZŠ s MŠ Karola Rapoša (Brezno, Slovacchia), Collège Jacques Monod (Les Pennes-Mirabeau, Francia)
Durata: novembre 2018 – aprile 2019

Il 15/11/2018 è stato avviato il progetto Rocketship 2: Fly Me To The Moon (EPI), coinvolgendo italiano e scienze all’interno del progetto di potenziamento CLIL.

Lavorando in sinergia con le altre tre scuole straniere, gli alunni di 3E hanno simulato di partecipare a una scuola intergalattica presentando una candidatura individuale per poter essere ammessi, studiando il sistema solare in piccoli gruppi, immaginando itinerari spaziali e documentando il viaggio attraverso la combinazione di elementi scientifici e scrittura creativa. Tutti i materiali prodotti hanno contributo alla realizzazione collaborativa di un e-magazine. Il 12 febbraio, per la nostra scuola, è stata inoltre prevista l’unione tra teoria e pratica sul campo attraverso una visita didattica al Planetario di Zafferana.

Sfogliando il nostro e-magazine, potrete approfondire le varie fasi del progetto e seguire i piccoli astronauti nel loro viaggio interstellare alla scoperta dell’universo.

Martedì 10 dicembre 2019 l’IC A. Gabelli ha partecipato alla seconda edizione dell’evento “Raccontami di eTwinning” per presentare presso l’ I.I.S. “G. D’Alessandro” di Bagheria (PA) “Rocketship 2: Fly Me to the Moon (EPI)”.

Promosso dell’USR Sicilia in collaborazione con l’Unità eTwinning Italia – Indire e con il supporto della rete Ambasciatori eTwinning-Sicilia e della scuola Polo per la formazione eTwinning I.I.S. “G. D’Alessandro” di Bagheria, il seminario ha puntato alla valorizzazione delle buone pratiche delle prime 17 scuole siciliane che, avendo ricevuto il QL nazionale ed europeo lo scorso ottobre, si sono posizionate con un più elevato punteggio nella graduatoria di valutazione interna dei progetti. Un risultato particolarmente rilevante, considerando anche l’elevato numero di progetti eTwinning presentati ogni anno dalle tante scuole della Regione Sicilia.

Le docenti e due studenti in rappresentanza della classe 3E 2018/19 sono stati invitati all’evento per presentare il progetto davanti a una platea di docenti e rappresentanti eTwinning Schools siciliani. Le scuole con un progetto premiato hanno inoltre avuto la possibilità di allestire stand espositivi per socializzare la vita dei loro progetti europei.

Nel pomeriggio, a conclusione delle attività, la scuola è stata premiata con una targa ritirata dalla prof.ssa Arcidiacono, referente dei progetti europei. Un riconoscimento prestigioso, che si aggiunge al titolo di eTwinning School conseguito nel 2019 dal nostro Istituto.

a.s. 2017/2018

The Earth and Natural Features – Learning from Italy and Northern Ireland

Classi: 3A, 3B, 3C, 3D, 3E (scuola sec. di I grado)

Docenti: Licia Arcidiacono (potenziamento CLIL), Maria Nicotra (Scienze), Giancarlo Garozzo (Geografia), Letizia Bonasera (Scienze), Rosaria Baccini (Geografia), Maria Rita Rosaria Petralia (Scienze)
Scuola partner: High School & Sixth Form College, Ballynahinch (Irlanda del Nord)
Durata: ottobre 2017 – maggio 2018

La nostra scuola ha ottenuto il Certificato di Qualità Nazionale e il Certificato di Qualità Europeo per l’eccellente qualità del lavoro sul progetto eTwinning “The Earth and Natural Features – Learning from Italy and Northern Ireland” . Ciò significa che il lavoro di insegnanti e studenti della scuola (tutte le classi terze, coordinate dalla docente di potenziamento CLIL prof. Arcidiacono e dai docenti di disciplina non linguistica Proff. Baccini, Garozzo, Bonasera, Petralia, Nicotra) sono stati riconosciuti ai massimi livelli europei.

Il progetto è stato svolto in collaborazione con una scuola dell’Irlanda del Nord, St Colman’s High. Nella motivazione, l’Unità Nazionale eTwinning evidenzia che il gemellaggio elettronico è molto ben ideato e “a partire dalla fase di progettazione e organizzazione del lavoro è presente un elevato livello di comunicazione, scambio e collaborazione dei docenti partner. Anche gli studenti sono protagonisti attivi nelle attività di comunicazione, collaborazione e condivisione con l’obiettivo di uno scambio culturale per lo sviluppo di competenze linguistiche, tecnologiche e digitali nel rispetto della sicurezza in rete e della navigazione sicura e nell’ottica dello sviluppo di una didattica innovativa nell’ambito delle discipline di afferenza.”

All’acquisizione di conoscenze sulla struttura della Terra, sulle cause e le conseguenze dei principali disastri naturali e sull’importanza della prevenzione sono stati associati una serie di task collaborativi che hanno contribuito a creare i contenuti di un e-magazine interattivo. La rivista non è solo una vetrina dei materiali realizzati, ma racconta anche le varie fasi del processo di insegnamento-apprendimento dal punto di vista di studenti e docenti.

Il gemellaggio virtuale è stato un ottimo modo per dare un senso concreto all’uso della lingua straniera come lingua veicolare, permettendo ai ragazzi di confrontarsi con una realtà scolastica diversa e collaborare per creare un prodotto condiviso.